DISCHI

Nuovi o vecchi, celebri o sconosciuti, purché sfrontatamente autentici, cioé veri. Quanti sono i dischi che accettano la sfida dell’umano? Proviamo a scoprirli….

• Best 2018, The Prophet Speaks

Articolo presente in: INTERVISTE , DISCHI , Davide Palummo , Van Morrison

Un altro anno è terminato e come di consueto riguardo indietro alla musica che ho ascoltato ed ai molti buoni CD editi in quest’ultimo periodo per sceglierne uno come il migliore. Fino a qualche tempo fa ero combattuto tra due dischi che mi sono piaciuti particolarmente e che rappresentano delle conferme non solo di grandi […]


• IL 2018 HA UN SENSO MUSICALE: 20 DISCHI DA NON PERDERE

Articolo presente in: DISCHI

Sarà l’abitudine, sarà che qualcuno me lo chiede: in ogni caso ecco i miei dischi da non perdere del 2018 ormai prossimo al tramonto. Per mia incapacità a battere il passo sulla solita mattonella, non riesco ad inserire troppe cose che assomiglino a “compilation”, “raccolta di outtakes”, “prime, seconde e terze prove della tal canzone”, […]


• PROGRESSIVE: QUALCHE SEGNALAZIONE DOPO GLI AWARD 2018

Articolo presente in: DISCHI

(i Guru Guru di Mani Neumeier)
Nei giorni scorsi sono stati assegnati a Londra i Progressive Awards 2018, nell’ottava edizione del più importante evento dedicato a quel genere musicale che dalla fine degli anni Sessanta incrocia rock, musica classica, visioni sinfoniche, influenze jazz e radici celtico-folk. A far la parte del leone negli Awards 2018 è […]


• Brad Mehldau

Articolo presente in: DISCHI , Davide Palummo , Cose di Jazz

Brad Mehldau è, a mio parere, uno dei più interessanti musicisti del momento. Nato 48 anni fa in Florida, Brad è un pianista di formazione classica e diventa famoso molto giovane con la serie The Art of the Trio: il primo (I) è del 1996 e l’ultimo del 2001 (V). Sono considerati 5 lavori fondamentali […]


• No Mercy in this Land

Articolo presente in: DISCHI , Davide Palummo , Blues

“Voi due dovreste suonare assieme più spesso”: mai suggerimento è stato più azzeccato. A darlo fu il grande John Lee Hooker durante le registrazione di Burning Hell, un suo grande classico rivisitato nel 2007 all’interno di un disco che vedeva al suo fianco una serie di noti personaggi del blues. I destinatari del suggerimento erano […]


• FAST REVIEW: RANKY TANKY

Articolo presente in: DISCHI , Fast review

Per la serie “questo me l’ero perso” ecco un piacevole disco da non trascurare: è l’esordio dei RANKY TANKY con un lavoro (omonimo) di jazz-gospel davvero piacevole. Vengono da Charleston, South Carolina e sono un bel quintetto che innesta tradizioni africane in una vocalità gospel-blues davvero fresca e splendente, tra Mahalia Jackson e Louis Armstrong. […]